Casa della Piastrella
Corso Torino 85/A, Buttigliera Alta (TO)
T. 0119348215
E. info@casadellapiastrella.it

Arredo Bagno Torino | Bagno realizzato 22
1926
page-template-default,page,page-id-1926,page-child,parent-pageid-886,cookies-not-set,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.2,side_area_over_content,header_top_hide_on_mobile,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
 

Bagno realizzato 22

<< Indietro | Avanti >>

Di norma la misura del pavimento o del rivestimento bagno non è strettamente vincolante alla misura delle piastrelle da posare, invece è molto più importante valutare il rapporto tra le due dimensioni, citando la pubblicità di un noto prodotto “non ci vuole un pennello grande, ma un grande pennello” possiamo cioè utilizzare una piastrella di formato piuttosto grande anche in un ambiente relativamente piccolo, purché i cosiddetti tagli (le piastrelle che necessariamente vengono posate non intere) siano il meno possibile oppure le più nascoste.

Nel bagno in foto, ad esempio, abbiamo un bagno di poco superiore ai due metri di larghezza posato con un pavimento in grès porcellanato di misura 60×60, il taglio rimane nascosto sotto i sanitari sospesi rendendolo difficile da notare, in aggiunta avremo un numero di fughe molto basso e quindi un pavimento di facile manutenzione e pulizia.

Dove c’è sufficiente spazio nel battuto in cementizio al di sotto delle piastrelle consentendo di avere adeguata pendenza per lo scarico dell’acqua, potremmo installare un piatto doccia ultra sottile di circa tre centimetri che consente di rimanere allo stesso livello tra la superficie del piatto doccia e del bagno, eliminando lo scomodo ed antiestetico gradino della doccia

<< Indietro | Avanti >>